KIRIA racconta: “Bello da morire” – CAPITOLO 9: Un segreto poco segreto

Puntata precedente: http://www.eternalovecl.com/kiria-racconta-bello-da-morire-capitolo-8-unaltra-aggressione/
L’indomani la mia classe era preda di un terribile fermento. Era tutto un parlare delle aggressioni e un ipotizzare chi sarebbe stato il prossimo. Eraldo e la Fragola erano chiaramente in agitazione.
Fabio aveva cinque punti di sutura che gli tagliavano il sopracciglio e un grosso livido sul mento. Tentai di avvicinarmi per chiedergli come stesse.
Quando gli rivolsi la parola alzò appena lo sguardo dal quaderno che teneva davanti come mero diversivo. Mi fissò per qualche istante con i suoi occhi neri e mi lanciò un debole sorriso.
“Poteva andarmi peggio” disse. “Sono quasi tutto intero e non ho riportato danni gravi… grazie per averlo chiesto.”
Annuii imbarazzata e tornai al mio posto.

Nell’intervallo andai a parlare con Eraldo. Schizzò come un gatto non appena gli rivolsi la parola. Scosse la testa quando gli chiesi se volesse parlare. Una parte di me si era davvero messa a giocare al detective e non vedevo l’ora di scambiare due chiacchiere con quello che, con tutta probabilità, avrebbe potuto essere la prossima vittima.
Fuori da scuola, fu lui a raggiungermi. Mi portò nel parcheggio, dove aveva lasciato la macchina, e mi disse di salire per parlare.
Aprii la porta del passeggero pronta ad ascoltarlo.
“Sono il prossimo… sicuro che sono il prossimo! Io o Claudia! Sicuramente! Puoi anche dirlo in giro se vuoi, non… holy shit! Again!”
Eraldo corse fuori dalla macchina per capire chi ci stesse origliando, sicuro che fosse la stessa persona della volta prima, invece si trattava solo di Fabio, venuto a prendere la bicicletta.
“Perché ovunque io vada ti trovo sempre tra i piedi?” disse Eraldo, visibilmente arrabbiato.
“Perché frequentiamo gli stessi posti” rispose Fabio, senza scomporsi. “Stai pure con la tua ragazza tutto il tempo che vuoi, si vede che la mia non era abbastanza per te se l’hai già dimenticata…”
“Mothafucka!” disse Eraldo, afferrandolo per la maglietta. “Io volevo bene a Diana, non ti azzardare a dire mai più una cosa del genere! Patricia è solo un’amica!”
“Lei forse sì, ma la professoressa Fragola?” sogghignò Fabio.
Eraldo gli tirò un pugno così forte che temetti gli saltassero i punti.
“Fatti i cazzi tuoi” sussurrò Eraldo, a denti stretti.
“Lo prendo per un sì” disse Fabio, sputando del sangue per terra.
Fabio salì sulla bici e se ne andò, con un sorriso strano stampato sul volto.
“Non avresti dovuto picchiarlo” dissi io, spaventata. “Adesso ha capito… ha capito che…”
“Ha capito che non sono affari suoi” disse Eraldo, togliendosi i capelli dalla faccia.

Il giorno dopo tornò a scuola anche Domenica. Aveva un taglietto su un labbro e una spalla lussata, così accettò di buon grado che la spingessi nel tragitto dall’ascensore all’aula.
Eraldo, non appena la vide, corse ad abbracciarla.
“Stai bene?” disse, inginocchiandosi per poterla vedere in faccia. Lei fece segno di sì con la testa e sorrise, gettando le braccia verso Eraldo per farsi abbracciare di nuovo.
“Ci pensi ancora, non è vero?” le domandai, quando Eraldo fu abbastanza lontano.
“Sempre” rispose lei, con aria sognante. “Vorrei sposarlo. Non è solo bello, è anche dolce e gentile…”
Scoppiai a ridere, ripensando alle risse e alle tresche in cui era coinvolto, ma decisi di non spezzare il sogno di Domenica, morto ancora prima di nascere.

Pubblicato da

Kiria EternaLove

Aspirante scrittrice e disegnatrice, youtuber e videogiocatrice per passione e per vocazione da nerd.

4 commenti su “KIRIA racconta: “Bello da morire” – CAPITOLO 9: Un segreto poco segreto”

  1. Ed allora facciamo un po’ i detective:
    A) le persone sono state uccise/aggredite tutte dalla stessa persona? Ha compiuto i suoi delitti da sola? Per semplicità assumiamo di sì.
    B) questa persona è cosciente del suo comportamento? Se no, il colpevole è lo stesso dell’assassino delle fiabe :>
    C) questa persona è autolesionista per coprire i suoi misfatti ? Se si, si spiega il “sorriso strano” :}
    D) può un individuo innamorato/ sfruttato sessualmente rendersi conto di sia veramente la sua padrona? OwO

    Detto questo, escludendo personaggi sconosciuti ed il paranormale, non sono rimasti altri candidati come aggressore ^. ^ quindi almeno una ipotesi dovrebbe essersi Avvicinata.

    Ma la domanda più importante è: qual è il suo vero scopo? Perché aggredire tre ragazze ed un ragazzo, se fosse invidia/gelosia ?

    Al prossimo episodio di “overanalized” Dx

  2. Kiria adoro tutti questi racconti che stai scrivendo. Dopo aver letto L’assassino delle fiabe qualche mese fa ho ancora i brividi.
    Spero che i tuoi prossimi libri riescano a uscire presto cosi una parte della mia libreria verra’ occupata da una valanga di libri Kiria Eternalove

  3. Adoro questo anche se non sono una lettrice
    Questo e il primo libro che adoro cosi tanto da continuarlo sempre
    Secondo e l’assassino é Fabio
    •∆• =>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.