MI HANNO BLOCCATO IL PROFILO FACEBOOK. DI NUOVO!

Qualche mese fa, senza preavviso, ci eravamo ritrovati la nostra pagina Facebook inspiegabilmente chiusa. Dopo un po’ venne riaperta. Adesso, puntuale come un orologio svizzero, è ricapitato lo stesso fatto: qualche idiota mi ha segnalato a Facebook perché non usavo il mio nome di battesimo ma il mio pseudonimo da scrittrice, con cui pubblicherò il libro dedicato a Norvy. Ho inviato tutta la documentazione per farmi sbloccare il profilo ormai da una settimana. Dubito di vedere qualche risultato in tempi ragionevoli.
Quel profilo era nato per tenermi in contatto con voi. Cercavo di rispondere a quasi tutti i commenti che mi scrivevate, non postavo mai contenuti irrispettosi né offensivi, ma è bastato un solo imbecille per smuovere le acque putride di Facebook e bloccarmi il profilo. Le regole parlano chiaro: usare il nome con cui sei conosciuto e con cui ti identifichi a livello sociale. Se io avessi scritto “Chiara Vattelappesca” (per inciso, “Vattelappesca” è una parola che si usa come jolly, non è il mio cognome), voi non mi avreste mai riconosciuta; scrivendo Kiria EternaLove invece avete capito tutti chi ero, quindi ho seguito le regole.
Ho visto pagine e profili ben più offensivi del mio; ho visto commenti omofobi, razzisti, pesantemente offensivi contro certe minoranze o categorie, e sapete perché quelli sono ancora lì? Perché nessuno li ha mai segnalati.
Se il segnalatore era qualcuno desideroso di conoscere il mio vero nome, che così facendo ha sperato di mettermi alle strette, sappia che preferisco chiudere per sempre quel profilo che violare la mia privacy. Mi creerò un altro profilo, con un altro nome, e lo dovrò tenere solo per me.
Complimenti a Facebook, sempre pronto a dar retta di delatori, ma mai capace di accorgersi delle cose da solo. Credo che ci sia di ben peggio là fuori, di un nickname che ha tutta la sua ragion d’essere (articolo 9 del codice civile).
E poi vi chiedete perché io odio i social network.

Pubblicato da

Kiria EternaLove

Aspirante scrittrice e disegnatrice, youtuber e videogiocatrice per passione e per vocazione da nerd.

17 commenti su “MI HANNO BLOCCATO IL PROFILO FACEBOOK. DI NUOVO!”

  1. chi è l’idiota che la fatto capisco la tua reazione nemmeno io uso il mio varo nome su youtube

    1. Il bello è che mi hanno detto di non aver ricevuto i miei documenti. Glielo ho mandati solo DUE VOLTE, mi sembra giusto. -_-

    1. Per prima cosa, bellissimo il tuo cognome!
      Seconda cosa: la bozza è in revisione (per la seconda volta) e le immagini sono ultimate: mancano poche settimane alla pubblicazione 😀

  2. Io sempre anche il mio accaunt youtube e la mia e-mail é sempre un sopranome perché sono molto riservata.Tu che sei una youtuber ancora piu riservata ,di me é normale che usi solo nickname… e ti bloccano il profilo facebook per queto…SUL SERIO?!

  3. Mi dispiace moltissimo Kiria, a volte la gente è veramente stupida. Se uno non vuole dire il suo vero nome, nessuno ha il diritto di immischiarsi nella sua vita privata. Cambiando discorso, sono contentissima che possiate pubblicare il vostro libro, e sono certa he appena uscirà, lo comprerò immediatamente

  4. Sinceramente non ho mai usato Facebook, ed in generale nei social network sono un granellino di polvere, quindi immagino che non mi avrebbero segnalato in nessun caso, o comunque molto raramente…Il punto è che questo mondo, in questo preciso istante, sta (di nuovo) andando a rotoli. Sinceramente, io potrei anche fare causa a Facebook conoscendomi, ma penso sia meglio aspettare e magari prima o poi arriveranno!
    Per il resto spero che stiate bene e che il libro venga pubblicato il prima possibile! Auguri per tutto Chiara e Luca!

  5. Devi dirci chi è questo grande figlio di betulla perché chi ci tocca gli el è perduto. Vero ragazzi?

  6. ma io dico chi è l’idiota che ti a segnalato se lo trovo (ed è lo stesso che aveva cancellato il mio) un bel ceffone non glielo leva nessuno

  7. Chiara, molte persone che conosco odiano il vostro canale. Lo odiano letteralmente, senza una ragione. Quando una volta lo chiesi mi rispondono: “Fanno contenuti per bambini”. Tutta YouTube Italia, è diventata una cacca. Tutti si copiano, tutti si insultano, tutti fanno dissing…e noi poveri scemi che li seguiamo. Per me, come quattro anni orosono, piacerete SEMPRE, non per i contenuti che fate (Anche), ma per il semplice fatto che siete originali, non fate giochi per visual ma fate quello che vi piace, vi prendono per il culo (Ora dovevo proprio dirlo) per il semplice fatto che siete onesti e non fate dissing sugli altri, perciò fate come disse Plutarco, i nemici servono per rafforzarci e darci lo spirito di superarli. Dopo questo papiro, vado leggere il libro che ha letto Luca, tanto per vedere, “10 piccoli indiani”, P.s Adoro anche io Agatha Cristie. Cya!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *