Biancaneve vs Elsa: Princess Rap Battle

Biancaneve, la prima principessa della Disney, ed Elsa, di quasi ottant’anni più giovane, sono pronte a darsele di santa ragione a colpi di rime taglienti in una Rap Battle nata dalla fantasia di Whitney Avalon, una simpaticissima youtuber che si diverte a indossare i panni delle principesse Disney e non solo!
I sottotitoli che vedete nel video sono opera nostra
, ma i giochi di parole sono talmente tanti da aver bisogno di una spiegazione aggiuntiva, che trovate qui sotto! Questi video sono davvero ben fatti e volevamo farveli conoscere, quindi abbiamo trascorso un po’ di tempo traducendo i testi in modo che anche chi non ha molta dimestichezza con l’inglese possa goderseli!

Ringraziamo Whitney per la sua gentilezza e per averci spiegato alcuni doppisensi un po’ difficili da rendere in italiano!
Dear Whitney, thanks for your kindness and your help with the translations!
Continua a leggere Biancaneve vs Elsa: Princess Rap Battle

La vera storia delle principesse Disney: LA BELLA E LA BESTIA

I film della Disney fanno sognare, e conservano tutti un meraviglioso lieto fine… Ma cosa sarebbe successo se la Disney avesse rispettato le fiabe originali? Le fiabe della tradizione popolare presentano più di una versione; di seguito leggete quella che conosciamo noi. Ecco la vera storia de La Bella e la Bestia. Continua a leggere La vera storia delle principesse Disney: LA BELLA E LA BESTIA

La vera storia delle principesse Disney: LA BELLA ADDORMENTATA

I film della Disney fanno sognare, e conservano tutti un meraviglioso lieto fine… Ma cosa sarebbe successo se la Disney avesse rispettato le fiabe originali? Le fiabe della tradizione popolare presentano più di una versione; di seguito leggete quella che conosciamo noi. Ecco la vera storia de La bella addormentata. Continua a leggere La vera storia delle principesse Disney: LA BELLA ADDORMENTATA

Nokia 3310: il cellulare che ha resistito a Kiria

KIRIA scrive: io e i cellulari abbiamo sempre avuto un rapporto controverso. Ho passato anni con il cellulare in tasca (quando ancora non esistevano nè Whatsapp nè il touch screen) a “smessaggiare” e a dilapidare ricariche. Poi sono subentrati mezzi di comunicazione alternativi, come le e-mail. E adesso il mio cellulare (un Nokia con i tasti! I TASTI!) giace in fin di batteria, perennemente senza credito, in mezzo ai peluche. E non so nemmeno dov’è il caricabatterie! Ho appena dovuto far riattivare la SIM perché non ho fatto ricariche per più di un anno…

Continua a leggere Nokia 3310: il cellulare che ha resistito a Kiria

Lezione di latino

Dedicato a tutti coloro che hanno, avranno o hanno avuto a che fare con questa splendida lingua che non è affatto morta ma vive in ogni parola neolatina; ecco uno spezzone dal film comico “Brian di Nazareth“, diretto dai Monthy Phyton, dei quali avevamo già parlato riguardo un certo coniglio.
Continua a leggere Lezione di latino

Unboxing: Galaxy Defenders “Extinction Protocol” & “Operation Strikeback”

Oggi vogliamo mostrarvi un mega “spacchettamento”: ben tre scatole di espansioni verranno aperte sotto i vostri occhi, per rivelare i segreti di “Galaxy Defenders”, un gioco da tavolo prodotto da Ares Games e creato da due italiani (Simone Romano e Nunzio Surace, i fondatori di Gremlin Project) che siamo stati felici di supportare grazie alla raccolta fondi su KickStarter.
La cosa che più di tutte colpisce l’attenzione è la cura dei dettagli e dei particolari, soprattutto per quanto riguarda le miniature.

Galaxy Defenders: Extinction Protocol

L’espansione contiene un manuale con le sette missioni consigliate per utilizzare al meglio tutti gli accessori inclusi, e un manuale di istruzioni (valido anche per “Operation Strikeback”) per imparare le regole del gioco. Oltre alle mappe e ad alcuni pezzi aggiuntivi per comporre mappe dalle forme insolite, sono presenti anche numerosissimi tokens, utilizzabili come potenziamenti, armi, punti vita, ecc. Fiore all’occhiello della confezione, il set di miniature: realizzate in plastica colorata (non necessitano di essere assemblate né dipinte), suddivise per colore in base alla fazione di appartenenza: i sei eroi sono grigi, e i loro alleati (controllati dall’intelligenza artificiale) gialli; i nemici alieni sono blu e verdi, mentre i boss, ovvero la Regina Aliena e il Kingator, sono viola e molto grandi rispetto agli altri personaggi. Un mazzo di carte e due carte speciali per i boss completano il tutto e permettono, tra le altre cose, di muovere e far attaccare Master Aliens, NPCs e nemici.

Ecco come appare la scatola di Extinction Protocol, sotto le mappe e i manuali
Ecco come appare la scatola di Extinction Protocol, sotto le mappe e i manuali
Il boss Kingator, plastica viola
Il boss Kingator
Boss: la Regina Aliena, plastica viola
Boss: la Regina Aliena
Intelligenze artificiali, al servizio degli eroi, plastica gialla
Intelligenze artificiali, al servizio degli eroi
Tre degli eroi che i giocatori potranno utilizzare
Tre degli eroi che i giocatori potranno utilizzare
Gli altri tre eroi, plastica grigia
Gli altri tre eroi
I cattivi, in blu e verde. Notare le piccole, puntute uova aliene
I cattivi, in blu e verde. Notare le piccole, puntute uova aliene
Le carte che controlleranno i vostri nemici e qualche vostro alleato, sparse sul. tavolo
Le numerosissime carte dalle molteplici funzioni

 

Trovate tutte le info sulla seconda espansione e sulla Top Secret Box nella prossima pagina!

La vera storia delle principesse Disney: CENERENTOLA

KIRIA Pensante scrive: I film della Disney fanno sognare, e conservano tutti un meraviglioso lieto fine… Ma cosa sarebbe successo se la Disney avesse rispettato le fiabe originali? Le fiabe della tradizione popolare presentano più di una versione; di seguito leggete quella che conosciamo noi. Ecco la vera storia di Cenerentola. Una fiaba da sogno, che pare creata proprio per donare speranza a chi vive in una realtà infelice, forse nasconde radici molto più dolorose… Continua a leggere La vera storia delle principesse Disney: CENERENTOLA

Sherlock Holmes (non è affatto elementare, Watson!)

Elementare, Watson!

Sherlock Holmes non lo ha mai detto.

KIRIA Pensante scrive: A volte si capisce che libro sto leggendo in base alle scemenze cose che dico durante i video o le live. In questo periodo (non so se si è notato), in particolare, mi sono data alla lettura di un genere che non avevo mai gradito particolarmente: il giallo. Mi è capitato di leggere qualche giallo in passato, ma solo per dimenticarmene appena potevo. A gennaio, EL ed io abbiamo visto il film “Sherlock Holmes“, uscito nel 2009, per la seconda volta. Non ricordavo che il film fosse così bello, né che il protagonista fosse tanto interessante.

Continua a leggere Sherlock Holmes (non è affatto elementare, Watson!)