Che fine ha fatto Norvy?!

Norvy sta bene, è sulle nostre gambe che fa le fuse e che sbraita insulti contro il genere umano. Mangia due chili di lasagne al giorno e dorme felice tra le pagine del suo libro. Il problema è che attualmente… temo di aver contratto il cosiddetto “blocco dello scrittore”. Magari non in forma grave, ma questo è quanto.
Sto scrivendo due libri in questo periodo (esatto, due!) ma al momento sono a corto di ispirazione, perciò ho dovuto rallentare un po’ la pubblicazione delle avventure di Norvy, che d’ora in poi usciranno un giovedì sì e uno no. Mi dispiace, le sto provando tutte per farmi venire in mente qualcosa (vedi la challenge delle 642 cose), ma non posso far altro che aspettare!

Se qualcuno è interessato ad avere qualche notizia sull’altro libro che sto scrivendo, è fantasy ambientato in un pianeta simile alla Terra, e la protagonista è una regina dotata dalla nascita di grandissimi poteri magici. Per chi fosse interessato ai numeri, ho già scritto più di cento pagine di Microsoft Word, e spero tanto di andare avanti!

Se conoscete dei modi per farsi venire delle buone idee, ditemelo. Nel frattempo, chiedo venia!

P.S.: Norvy dice di salutarvi e che vi odia.

Le avventure di Norvy, il Gatto Immaginario di Luca e Chiara – IL RITRATTO– 16°pt

Quella che state per leggere è una storia a puntate ricca di follie. Non leggetela se sperate di trovare qualcosa di sensato.
Qui trovate la puntata precedente.

“Ho detto di no.” Ripetè Chiara per la decima volta nell’ultimo minuto.
“Ma come no! È un immenso onore che ti sto facendo!” replicò Norvy.
“Grazie, ma no. Non sono brava a disegnare gli animali, non ti piaceresti e ti lamenteresti tutto il giorno!”
“Voglio un mio ritratto!”
“Ho detto che non lo farò. Hai idea di quando sia difficile disegnare un essere che non sta fermo neanche tre secondi? Se vuoi posso provare a ritrarti a partire da una foto, se ci proprio ci tieni.”
“Ma che foto! Voglio un ritratto dal vivo!”
“E allora te lo fai da solo! Non starai fermo un attimo, ti conosco.”
“No, no! Starò fermo! Immobile! Una statua!”
Alla fine Chiara, snervata dal fetido felino, acconsentì a compiere l’oscena impresa. Per prima cosa fece accomodare Norvy su una sedia, e spese almeno cinque minuti per convincerlo che una posa in stile Napoleone, con una zampa sullo stomaco, non si addiceva a un gatto, e altri cinque per persuaderlo a non includere elementi bellici. Una volta che gli ebbe fatto assumere una posizione decente, si pose di fronte a lui con il blocco da disegno sulle ginocchia. Come Chiara aveva previsto, il concetto di Norvy riguardo lo stare immobile come una statua divergeva molto dal suo.
“Vuoi stare fermo?! Come credi che riesca a disegnarti se ti muovi?”
“Ma mi prude la coda! La devo grattare!” rispose Norvy lisciandosi la coda.
“Hai finito? Ok. Adesso sta’ buono. NO! NON TI LECCARE IL PELO PROPRIO ORA!”
Dopo venti, infernali, minuti, Chiara era sull’orlo di una crisi di nervi. Anzi, di Norvy.
“Oh, stai facendo il ritratto a Norvy? Buona fortuna! Fa vedere…” disse Luca, passando di là e sbirciando sul foglio.
Chiara sussurrò a denti stretti: “Io lo ammassho, qul hatto, prima o poi”
“Norvy, spero ti piaccia la pittura astratta.” Sentenziò Luca.
“Astratta? Intendi quella che ti fa schifo?”
“No, intendo dire che tu, come gatto, sei la quintessenza della bellezza. Nessun disegno potrebbe rendere giustizia al tuo magnifico portamento, alla tua principesca espressione, al reverenziale rispetto che la tua figura incute nel prossimo. Chiara ha umilmente tentato di sintetizzare in un foglio ogni tua singola virtù, ma come può un umano compiere tale opera?”
Norvy rimase talmente affascinato dalla spiegazione di Luca che accettò di buon grado persino il ritratto sgangherato che gli aveva fatto Chiara, e andò tutto contento ad appendere il disegno nella sua stanza.
“Alla faccia tua che mi accusi sempre di parlare troppo!” disse Luca a Chiara, quando furono rimasti soli.
“Va bene, te lo concedo, stavolta sei stato d’aiuto e te ne sono grata. Ma che non diventi un abitudine! Se lo continui a lodare così tanto, chissà cosa si metterà in testa… sai che voleva che lo ritraessi su un panzer?!”
“Ma cosa abbiamo sbagliato con quel gatto?!”

– FINE SEDICESIMA PUNTATA-

Chiara

Speed Art: Emily – La Sposa Cadavere

KIRIA scrive: alcuni anni fa, in una giornata autunnale, decisi di abbassare le saracinesche e di restare al buio per guardare un film di Tim Burton. Quel film era “La Sposa Cadavere”. Oltre ad essere incredibilmente ben realizzato dal punto di vista tecnico, la storia è talmente commovente che è impossibile non sciogliersi quando si arriva al finale. Chi non lo ha visto veda di rimediare, e prepari i fazzoletti!
Ho deciso di dedicare un disegno a Emily, perché la trovo adorabile e la sua storia mi ha commosso. Ho scelto di non usare lapis né china, ma solo pastelli acquerellabili.
Fateci sapere se volete altri disegni, che so, magari dedicati a The Nightmare Before Christmas…

ZBOX: la scatola a sorpresa – ANIMATION

Avevamo già parlato qui del servizio offerto dal sito zavvi.com, che ogni mese prepara una scatola a sorpresa monotematica: stavolta toccava all’animazione!

Cominciamo a parlare degli oggetti prodotti esclusivamente per l’occasione:

  • Fumetto dedicato a Zio Paperone
  • Magnete di South Park
  • Spilla di Thundercats
  • Cartolina di Thundercats

Per quanto riguarda gli altri oggetti, abbiamo trovato:

  • Funko Pop! di Go Go Tomago
  • Anti-stress dei Transformers
  • Caramelle di Spiderman
  • Personaggio a sorpresa dell’universo Disney Pixar (noi abbiamo trovato Mike di Monsters & Co.)
Oggetti esclusivi: fumetto, magnete, cartolina, spilla
Altri oggetti: Funko Pop! dal film “Big Hero 6”, Transformer, Personaggio Pixar

Per saperne di più, non perdetevi il nostro unboxing qui sotto!

IL NOSTRO UNBOXING

The Game Awards 2015: i migliori giochi dell’anno

Questa notte sono stati selezionati i vincitori di numerosi premi dedicati al mondo dei videogiochi: dal miglior gioco indie, alla miglior colonna sonora, dal miglior sviluppatore al miglior sparatutto: chi si sarà aggiudicato il titolo di “Game of the Year 2015”? Scopritelo insieme a noi e diteci cosa ne pensate!

I premi si dividono in due: quelli assegnati da una giuria composta da 30 giornalisti internazionali del settore, tra cui uno italiano, e quelli scelti dai fan.

Voti della giuria:

Sviluppatore dell’anno

Bethesda Game Studios
CD Projekt RED
From Software
Kojima Productions
Nintendo

logo cd projekt red

Miglior gioco indipendente

Axiom Verge (Tom Happ)
Her Story (Sam Barlow)
Ori and the Blind Forest (Moon Studios)
Rocket League (Psyonix)
Undertale (Tobyfox)

Rocket League logo

Miglior gioco mobile/portatile

Downwell (Devolver Digital, Moppin)
Fallout Shelter (Bethesdsa Softworks, Bethesda Game Studios, Behaviour Interactive)
Lara Croft GO (Square Enix, Square Enix Montreal)
Monster Hunter 4 Ultimate (Capcom)
Pac-Man 256 (Bandai Namco, Hipster Whale)

lara croft go logo

Miglior Narrativa

Her Story (Sam Barlow)
Life is Strange (Square Enix, Dontnod Entertainment)
Tales from the Borderlands (TellTale Games)
The Witcher 3: Wild Hunt (Warner Bros., CD Projekt RED)
Until Dawn (Sony Computer Entertainment, Supermassive Games)

her story logo

Miglior Colonna Sonora

Fallout 4 (Bethesda Softworks, Bethesda Game Studios)
Halo 5: Guardians (Microsoft Studios, 343 Industries)
Metal Gear Solid V: The Phantom Pain (Konami, Kojima Productions)
Ori and the Blind Forest (Microsoft Studios, Moon Studios)
The Witcher 3: Wild Hunt (Warner Bros., CD Projekt RED)

metal gear solid V logo

Miglior Interpretazione

Ashly Burch as Chloe Price (Life is Strange)
Camilla Luddington as Lara Croft (Rise of the Tomb Raider)
Doug Cockle as Geralt (The Witcher 3: Wild Hunt)
Mark Hamill as The Joker (Batman: Arkham Knight)
Viva Seifert (Her Story)

Viva Seifert

Miglior gioco votato al cambiamento

Cibele (Nina Freeman)
Her Story (Sam Barlow)
Life is Strange (Square Enix, Dontnod Entertainment)
Sunset (Tale of Tales)
Undertale (Tobyfox)

life is strange logo

Miglior sparatutto

Call of Duty: Black Ops III (Activision, Treyarch)
Destiny: The Taken King (Activision, Bungie)
Halo 5: Guardians (Microsoft Studios, 343 Industries)
Splatoon (Nintendo, Nintendo EAD Group No. 2)
Star Wars Battlefront (EA, DICE)

splatoon logo

ZBOX: una scatola a sopresa!

In America e in buona parte dell’Europa vanno alla grande, e ne esistono di qualunque tipo. In Italia… dobbiamo accontentarci di quel poco che ci spediscono dall’estero!
Stiamo parlando di servizi di abbonamento che danno diritto a ricevere ogni mese (o anche solo una volta) una scatola (box) con contenuto tematico a sorpresa, per un valore complessivo degli oggetti ricevuti che dovrebbe superare il prezzo pagato. In realtà esistono anche delle box Made in Italy, ma non per quel che riguarda il mondo dei videogiochi.

Così, EL ha curiosato per tutto il WEB, trovando box interessantissime, tra cui la Zbox! Potrete riceverne una ogni mese, a tema, dall’Inghilterra, offrendo la possibilità di richiedere anche una sola box senza bisogno di sottoscrivere alcun abbonamento. Per ogni box, viene fornito un piccolo spoiler sull’argomento principale, e noi abbiamo deciso di provare la box di febbraio, a tema ZOMBIE!

Ogni box è decorata anche all’interno, e contiene dei prodotti esclusivi confezionati unicamente per l’occasione: nel nostro caso, si trattava di:

  • Una T-shirt con stampa frontale sugli zombie
  • Un vinile contenente la colonna sonora del film horror “The Fog“
  • Un adesivo
  • Un set di spille

Inoltre, erano presenti anche altri oggetti curiosi, ovvero:

  • Due pupazzetti di The Walking Dead
  • Dei calzini verdi che sembrano piedi da zombie
  • Un DVD con un documentario sugli zombie
  • Una specie di caramella liquida
Oggetti esclusivi: maglietta, vinile, adesivo e spille
Altri oggetti contenuti nella box: pupazzetti, DVD, calzini, caramella

IL NOSTRO UNBOXING

Visitiamo l’Acquario di Genova

Cari Amici, per la prima volta abbiamo deciso di registrare un video fuori casa, in un luogo pubblico, e abbiamo scelto di visitare insieme a voi l’Acquario di Genova, mostrandovi bellezze e stranezze del mondo marino, con commenti folli e squali affamati!
E oggi è anche il compleanno di EL! Tanti auguri!!!
Continua a leggere Visitiamo l’Acquario di Genova