VITA DA VEGETARIANA – Le ricette di Luca & Chiara: “Lasagne al ragù di soia”

Nota di KIRIA: questa ricetta è assolutamente adatta ai vegetariani (ma non ai vegani), e anche agli intolleranti al lattosio come me: basta usare il latte Zymil o Accadì. Abbiamo quasi rischiato un’indigestione, con queste lasagne, da quanto ci sono piaciute! Con le dosi che vi do adesso otterrete delle lasagne molto, molto condite, con 4 strati di pasta, in una teglia bella grande. La nostra bilancia segnava circa 2 kg! Per prima cosa si fa il sugo, poi la besciamella e infine si assembla il tutto.

INGREDIENTI PER IL SUGO DI SOIA

  • 160 g di soia secca, cotta in un brodo vegetale ottenuto da 1 dado e strizzata dal brodo in eccesso
  • olio extra vergine di oliva
  • 250 g di misto per soffritto (ovvero cipolla bianca, sedano, carota)
  • 3 spicchi aglio
  • 75 g di cipolla rossa (se non avete o non amate la cipolla rossa, aggiungete più misto per soffritto)
  • 150 ml di vino bianco
  • 250 g di passata di pomodoro.

PROCEDIMENTO:
Rosolare in abbastanza olio tutti gli ingredienti per soffritto per diversi minuti. Aggiungere la soia strizzata e sfumare con il vino bianco. Questo passaggio toglie l’odore di cartone che a volte ha la soia; il vino cuocendo fa evaporare l’alcol, quindi la ricetta è adatta anche ai bambini. Quando il vino è evaporato, aggiungere pomodoro, 1 dado da minestra e acqua. Cuocere almeno mezz’ora e lasciare il sugo abbastanza liquido.

INGREDIENTI PER LA BESCIAMELLA

  • 600 ml di latte
  • 65 g di farina
  • 6 cucchiai d’olio extravergine di oliva
  • sale

PROCEDIMENTO:
Preparare la besciamella versando in una pentola olio e poca farina alla volta. Il fuoco sotto la pentola deve essere molto basso. Quando olio e farina saranno bene amalgamati e privi di grumi, iniziare ad aggiungere il latte fino a raggiungere la consistenza desiderata.

ASSEMBLAGGIO DELLE LASAGNE
Iniziare con uno strato di sugo e besciamella, poi coprire con la pasta. Andare avanti così a piacere. Nell’ultimo strato, versare sugo e besciamella rimasti (se possibile, una dose abbondante). Lasciare riposare almeno 10 minuti. Infornare secondo indicazioni della pasta delle lasagne (nel nostro caso: 180° per circa 20 minuti in forno ventilato).

Annotazioni utili
La ricetta che abbiamo usato per la besciamella è un’idea di mio padre, che come me non ama affatto il burro; l’olio al posto del classico burro rende la preparazione più leggera. Ricordiamo inoltre che molti aggiungono la noce moscata alla besciamella, ma noi non siamo amanti delle spezie. Io odio i formaggi, ma chi non li odia più aggiungere un po’ di parmigiano tra uno strato e l’altro. Queste lasagne sono buonissime anche il giorno dopo, soprattutto se avete lasciato il sugo e la besciamella abbastanza liquidi; basta conservarle in un contenitore di acciaio in frigorifero.

P.S.: Per tutti gli scettici convinti che le lasagne con il ragù di soia non possano reggere il confronto con quelle tradizionali: assaggiate prima di parlare! 😛

piattolasagne

VITA DA VEGETARIANA – Le ricette di Luca & Chiara: “Risotto alle verdure”

Per sfatare il mito “ma sei vegetariana?! Allora cosa mangi?!”, ecco a voi una delle ricette che ho inventato durante gli ultimi mesi. Luca ed io l’abbiamo modificata più volte a seconda della stagione, del tempo a disposizione e di quello che avevamo in frigo, e così potete fare anche voi! E’un piatto unico adatto a chiunque cerchi un cibo sano e non troppo lento da preparare! Noi lo chiamiamo anche “riso verde”, perché le verdure che usiamo di solito per cucinarlo (eccetto le carote) sono tutte verdi.

INGREDIENTI (dose consigliate per due persone):
– Un etto di carote
– Un etto di zucchine
– Cipolla bianca q.b.
– Un etto di spinaci (noi usiamo quelli surgelati)
– Un etto di piselli (noi usiamo quelli surgelati)
– Dado vegetale senza glutammato monosodico*
– Olio extravergine di oliva
– Due etti circa di riso Carnaroli

PROCEDIMENTO:
Scaldare l’olio, quindi aggiungere cipolla e carota tagliate finemente. Dopo alcuni minuti, aggiungere anche zucchine, piselli e spinaci e un dado vegetale.
Quando le verdure saranno quasi cotte, aggiungete anche il riso e un pezzo di dado vegetale aggiuntivo. Togliete dal fuoco quando il riso è pronto e, a piacere, condite con olio d’oliva.

Modifiche consigliate: per la base del soffritto, potete usare anche il sedano, insieme a cipolle e carote. Tra le varie verdure che si possono aggiungere alla ricetta, abbiamo provato con i fagiolini (tagliati piccoli, altrimenti non cuociono mai) e ci stanno molto bene.
Se volete un piatto ancora più sostanzioso, al posto del riso usate la quinoa, un cereale sudamericano ricchissimo di proteine, ricordandovi che spesso ha un tempo di cottura inferiore a quello del riso.

*il glutammato monosodico è un esaltatore di sapidità usato per insaporire cibi altrimenti insipidi; è molto irritante per l’apparato digerente, perciò vi consiglio fortemente di leggere l’etichetta quando acquistate dei dadi per il brodo!

RisoPentola