OWLCRATE: Una subscription BOX di LIBRI!

Kiria Pensante scrive: per catturare un topo di solito si usa un piccolo pezzo di formaggio, di frutta o di cioccolato. Per catturare me si può usare una scatola di matite, un buon cd… o un libro!
Qualche mese fa mi capitò di imbattermi in una subscription box specializzata in libri appena usciti e gadget a tema bibliofilo. Appena l’ho vista ho pensato: “Wow! Peccato che i libri siano in inglese!”, così accantonai l’idea di provarne una.
Dopo qualche mese, mi sono trovata tra le mani “The Martian”, in inglese, e ho provato a leggerlo (potete trovare qui la recensione). Nonostante le prime difficoltà dovute ai termini tecnici e alla lingua, mi sono resa conto che non è impossibile leggere un libro in inglese, basta tenere un dizionario online sotto mano; posso dire che è un buon esercizio per affinare la propria comprensione dell’inglese, soprattutto quando, come me, si sono avuti degli insegnati troppo accademici.
Insomma, dopo aver superato il mio gradino mentale dovuto alla lingua ho ordinato due Owlcrate a distanza di un mese una dall’altra. Mi sono arrivate dopo un po’ di attesa (in fondo arrivano da oltreoceano), ma ne è valsa la pena.

Pubblicheremo domani il primo unboxing sul nostro secondo canale, ma intanto voglio parlarvi un po’ di come funziona esattamente questa box.
Il team della Owlcrate anticipa ogni mese il tema su cui verterà la box, in modo che si possa decidere se saltare o meno il rinnovo dell’abbonamento. Oltre ai gadget (possono essere block notes, calzini, candele profumate, action figure o qualunque altra cosa) troverete sempre un libro con la copertina rigida e la sovraccoperta, più eventualmente qualche segnalibro o una lettera scritta dall’autore stesso. I romanzi in questione sono Young Adult Novel (romanzi per giovani adulti), infatti hanno spesso come protagonisti degli adolescenti o dei giovani. I protagonisti dei libri che ho ricevuto fino ad ora erano tutti sui diciassette, diciotto anni.

Il risvolto della medaglia? Potete immaginarlo se avete fatto altri acquisti fuori dall’Europa: le stramaledette, dannatissime spese di spedizione. Il valore della box supera comunque la spesa complessiva, anche perché i libri sono di ottima fattura. Inoltre, c’è da tener conto del fatto che i libri di cui entrerete in possesso sono appena usciti ed esistono solo nella lingua originale, e forse non verranno mai tradotti, perciò avrete accesso a una storia, un romanzo o un’avventura che forse non avreste potuto avere altrimenti. O almeno, questa è la favola che mi racconto da sola per giustificare la spesa. Ehehe.

Chi fosse incuriosito dall’idea, qui potrete trovare il sito della Owlcrate. Fateci sapere cosa ne pensate!

ZBOX: LA SCATOLA A SORPRESA – MARVEL

Avevamo già parlato qui e qui del servizio offerto dal sito zavvi.com, che ogni mese prepara una scatola a sorpresa monotematica. Quando abbiamo visto che il tema di qualche mese fa era “Marvel”, abbiamo pensato di rischiarcela, ed abbiamo fatto bene, in quanto secondo noi è una delle box meglio riuscita. Non che quelle prime non ci fossero piaciute, anzi, ma questa aveva una marcia in più!
Ecco quali sono stati gli oggetti prodotti esclusivamente per l’occasione:

  • Un piccolo Spiderman che si arrampica
  • Il fumetto “Secret Wars”
  • Una scatola di latta dedicata agli Avengers

Inoltre, abbiamo trovato anche:

  • DVD dedicato ai super-uomini
  • Funko Pop dedicato a uno degli Avengers: noi abbiamo trovato Hulk
  • Rivista “Total Film Magazine”
Da sinistra a destra: Spiderman che si arrampica a un auricolare, fumetto, scatola di latta
Da sinistra a destra: DVD, Funko Pop, rivista

In realtà, oltre agli oggetti elencati fino ad ora, abbiamo trovato anche altri piccola gadgets, come una confezione di caramelle e alcune carte degli Avengers. Per saperne di più, non perdetevi il nostro unboxing qui sotto!

IL NOSTRO UNBOXING

ZBOX: una scatola a sopresa!

In America e in buona parte dell’Europa vanno alla grande, e ne esistono di qualunque tipo. In Italia… dobbiamo accontentarci di quel poco che ci spediscono dall’estero!
Stiamo parlando di servizi di abbonamento che danno diritto a ricevere ogni mese (o anche solo una volta) una scatola (box) con contenuto tematico a sorpresa, per un valore complessivo degli oggetti ricevuti che dovrebbe superare il prezzo pagato. In realtà esistono anche delle box Made in Italy, ma non per quel che riguarda il mondo dei videogiochi.

Così, EL ha curiosato per tutto il WEB, trovando box interessantissime, tra cui la Zbox! Potrete riceverne una ogni mese, a tema, dall’Inghilterra, offrendo la possibilità di richiedere anche una sola box senza bisogno di sottoscrivere alcun abbonamento. Per ogni box, viene fornito un piccolo spoiler sull’argomento principale, e noi abbiamo deciso di provare la box di febbraio, a tema ZOMBIE!

Ogni box è decorata anche all’interno, e contiene dei prodotti esclusivi confezionati unicamente per l’occasione: nel nostro caso, si trattava di:

  • Una T-shirt con stampa frontale sugli zombie
  • Un vinile contenente la colonna sonora del film horror “The Fog“
  • Un adesivo
  • Un set di spille

Inoltre, erano presenti anche altri oggetti curiosi, ovvero:

  • Due pupazzetti di The Walking Dead
  • Dei calzini verdi che sembrano piedi da zombie
  • Un DVD con un documentario sugli zombie
  • Una specie di caramella liquida
Oggetti esclusivi: maglietta, vinile, adesivo e spille
Altri oggetti contenuti nella box: pupazzetti, DVD, calzini, caramella

IL NOSTRO UNBOXING

Unboxing: Galaxy Defenders “Extinction Protocol” & “Operation Strikeback”

Oggi vogliamo mostrarvi un mega “spacchettamento”: ben tre scatole di espansioni verranno aperte sotto i vostri occhi, per rivelare i segreti di “Galaxy Defenders”, un gioco da tavolo prodotto da Ares Games e creato da due italiani (Simone Romano e Nunzio Surace, i fondatori di Gremlin Project) che siamo stati felici di supportare grazie alla raccolta fondi su KickStarter.
La cosa che più di tutte colpisce l’attenzione è la cura dei dettagli e dei particolari, soprattutto per quanto riguarda le miniature.

Galaxy Defenders: Extinction Protocol

L’espansione contiene un manuale con le sette missioni consigliate per utilizzare al meglio tutti gli accessori inclusi, e un manuale di istruzioni (valido anche per “Operation Strikeback”) per imparare le regole del gioco. Oltre alle mappe e ad alcuni pezzi aggiuntivi per comporre mappe dalle forme insolite, sono presenti anche numerosissimi tokens, utilizzabili come potenziamenti, armi, punti vita, ecc. Fiore all’occhiello della confezione, il set di miniature: realizzate in plastica colorata (non necessitano di essere assemblate né dipinte), suddivise per colore in base alla fazione di appartenenza: i sei eroi sono grigi, e i loro alleati (controllati dall’intelligenza artificiale) gialli; i nemici alieni sono blu e verdi, mentre i boss, ovvero la Regina Aliena e il Kingator, sono viola e molto grandi rispetto agli altri personaggi. Un mazzo di carte e due carte speciali per i boss completano il tutto e permettono, tra le altre cose, di muovere e far attaccare Master Aliens, NPCs e nemici.

Ecco come appare la scatola di Extinction Protocol, sotto le mappe e i manuali
Ecco come appare la scatola di Extinction Protocol, sotto le mappe e i manuali
Il boss Kingator, plastica viola
Il boss Kingator
Boss: la Regina Aliena, plastica viola
Boss: la Regina Aliena
Intelligenze artificiali, al servizio degli eroi, plastica gialla
Intelligenze artificiali, al servizio degli eroi
Tre degli eroi che i giocatori potranno utilizzare
Tre degli eroi che i giocatori potranno utilizzare
Gli altri tre eroi, plastica grigia
Gli altri tre eroi
I cattivi, in blu e verde. Notare le piccole, puntute uova aliene
I cattivi, in blu e verde. Notare le piccole, puntute uova aliene
Le carte che controlleranno i vostri nemici e qualche vostro alleato, sparse sul. tavolo
Le numerosissime carte dalle molteplici funzioni

 

Trovate tutte le info sulla seconda espansione e sulla Top Secret Box nella prossima pagina!

Star Wars Disney – Parodia di “Let it Go”

La passione di EL per Star Wars e quella di KIRIA per la Disney si sono fuse insieme nella fantasia dei Box Step Production, un trio britannico che ha deciso di sostituire le parole pronunciate dalla regina Elsa mentre canta “Let it Go” con quelle che avrebbe potuto dire Anakin Skywalker poco prima di diventare Darth Vader/Lord Fener. Continua a leggere Star Wars Disney – Parodia di “Let it Go”