TUTORIAL: COME DISEGNARE LE FORME MASCHILI

Come promesso, la serie di tutorial sul secondo canale sta procedendo! Dopo il video dedicato alle forme femminili, ecco a voi quello dedicato alle forme maschili! I prossimi tutorial saranno invece focalizzati su come disegnare da zero la figura maschile e femminile.

Gli uomini possono essere suddivisi in tre grandi categorie (più o meno interconnesse tra di loro) in base alla loro ossatura e distribuzione del grasso corporeo. Solitamente, la percentuale di grasso presente nel maschio è piuttosto bassa, ma c’è una generale tendenza ad avere una zona di accumulo preferenziale, ovvero l’addome, a causa dell’azione degli ormoni maschili.
Le cinque categorie, così come vengono chiamate spesso anche in ambito fashion, sono: “triangolo invertito“,”rettangolo“, “cerchio/mela“. Alcuni siti di moda suddividono in altre categorie in base al peso dell’uomo in questione, finendo solo per creare delle figure molto simili tra loro. Le figure maschili presentano meno varianti rispetto a quelle femminili poiché non è presente la variabile “fianchi”; solitamente, i maschi hanno i fianchi proporzionalmente stretti rispetto al resto della loro ossatura.

Di seguito, troverete i disegni che mostro nel video per illustrare le differenze tra le varie tipologie di fisico; apparentemente, da vestiti, i ragazzi che ho disegnato sembrano molto simili tra loro, ed è qui che l’artista toglie i veli e mostra le differenze!

forme-uomini
Da sinistra a destra abbiamo: “triangolo invertito”,“rettangolo”, “cerchio/mela”.
forme-uomini1
In questa immagine, ho riassunto i punti focali di ciascuna forma fisica, fissandone visivamente i concetti grazie alle forme stilizzate a cui ciascun fisico assomiglia.
forme-uomini2
In questa immagine, ho riassunto i punti focali di ciascuna forma fisica, fissandone visivamente i concetti grazie alle forme stilizzate a cui ciascun fisico assomiglia.

TUTORIAL: COME DISEGNARE LE FORME FEMMINILI

Come promesso, la serie di tutorial sul secondo canale sta procedendo! Avevo pensato di mostrarvi un tutorial su come disegnare una donna a figura intera, ma prima ho ritenuto giusto mostrare le varie tipologie di corpo femminile, per uscire un po’ al di fuori del monotono panorama dei cartoni animati e aggirarsi di più nella vita reale!

Le donne possono essere suddivise in cinque grandi categorie (più o meno interconnesse tra di loro) in base alla loro ossatura e distribuzione del grasso corporeo. Le donne hanno un’alta percentuale di grasso, anche quando sono perfettamente in forma, ed è proprio come si distribuisce questo grasso a fare la differenza.
Le cinque categorie, così come vengono chiamate spesso anche in ambito fashion, sono: “clessidra“, “pera/triangolo“, “rettangolo“, “triangolo invertito“, “cerchio/mela“. Questi nomi derivano dalla figura a cui la donna somiglia.

Durante il mio percorso di apprendimento, ho avuto la fortuna di scoprire un blog di moda (gestito dalla competente e gentilissima Anna Venere, che saluto) grazie a cui ho raccolto un po’ di informazioni che vorrei condividere con voi. Cosa c’entra la moda con l’anatomia e il disegno? Entrambi hanno come obiettivo il rendere giustizia alla bellezza di ciascun corpo, solo che lo fanno da strade diverse! Se siete appassionati di moda, questo è il link del blog: http://www.modaperprincipianti.com
Mi è stato molto utile per imparare un po’ di trucchetti d’abbigliamento e mi ha permesso di affinare il mio modo di vestire; io ero quella sempre in jeans, scarpe da ginnastica da uomo e felpe nere, non dimenticatelo.

Qui sotto troverete i disegni che ho usato per mostrare le varie tipologie di donna esistente: come potrete vedere, quando sono vestite sembrano tutte molto simili tra di loro, ma la verità è quella che si nasconde sotto i veli di ciascuna!

Buon disegno a tutti, e soprattutto ricordatevi che Jessica Rabbit nella vita vera NON esiste! O meglio, ci sono ragazze che hanno speso una fortuna dal chirurgo estetico per assomigliarle, ma non siamo qui a parlare di questo. 🙂

forme-donna
Ogni ragazza è vestita in modo da rendere onore alla propria forma fisica, ma visto che siamo qui per disegnare, dovremo togliere quei bei vestitini! Da sinistra (ovvero dalla ragazza vestita di viola) a destra (ragazza vestita di verde) abbiamo: “clessidra”, “pera/triangolo”, “rettangolo”, “triangolo invertito”, “cerchio/mela”.
forme-donna1
In questa immagine, ho riassunto i punti focali di ciascuna forma fisica, fissandone visivamente i concetti grazie alle forme stilizzate a cui ciascun fisico assomiglia.
forme-donna2
In questa immagine potrete apprezzare le figure nella loro interezza per coglierne meglio le peculiarità e le loro differenze.

La vera storia delle principesse Disney: BIANCANEVE


KIRIA Pensante scrive: I film della Disney fanno sognare, e conservano tutti un meraviglioso lieto fine… Ma cosa sarebbe successo se la Disney avesse rispettato le fiabe originali? Che cosa si nasconde davvero dietro le fiabe? Le fiabe della tradizione popolare presentano più di una versione; di seguito leggete quella che conosciamo noi. Ecco la vera storia di Biancaneve. Sicuramente è meno romantica, anche se i personaggi fondamentali ci sono tutti. A proposito: scordatevi il bacio del vero amore, la fiaba dei fratelli Grimm è ben più prosaica… Continua a leggere La vera storia delle principesse Disney: BIANCANEVE