Siate quello che volete essere, non quello che gli altri dicono che siete

Oggi voglio parlarvi di qualcosa che mi sta molto a cuore. Parecchi tra coloro che leggono questo blog sono giovani e adolescenti che ancora stanno cercando di capire che cosa e chi vogliono diventare. Un consiglio per tutti: non permettete MAI che siano gli altri a dire per voi cosa siete e cosa diventerete. MAI.
Qualche giorno fa, ho postato un mio disegno in cui mostro la prima bozza di Tommaso, il protagonista di uno young adult novel che sto scrivendo (lo vedete nell’immagine in cima a questo articolo). Tommaso ha origini tedesche, perciò l’ho descritto alto, con gli occhi chiari e i capelli biondi. Io amo i capelli lunghi, sia nei ragazzi che nelle ragazze, perciò ho deciso che Tommaso avrà i capelli lunghi fino a mezza schiena, e che solitamente li porterà legati in una coda.
Purtroppo, come era ovvio aspettarsi, qualcuno ha tentato di “definire” la sessualità di Tommaso basandosi sui suoi capelli o sui suoi vestiti. Vi prego, NO. Siamo nel ventunesimo secolo. Non ditemi che un uomo con i capelli lunghi è una donnicciola e una donna con i capelli corti è un maschiaccio, o peggio ancora non mischiate apparenza con gusti sessuali. Portare i capelli lunghi NON è da gay: definirsi gay è da gay. Una donna con i capelli corti non è necessariamente lesbica; lesbica è invece quella donna che si definisce e si riconosce come tale. Io ho passato buona parte della mia vita vestendomi da maschiaccio, con tanto di felpone e scarpe da uomo. Eppure mi sono sempre identificata come femmina etero. L’abbigliamento non definisce IN ALCUN MODO i gusti di una persona. Ficcatevelo in testa finché siete giovani, per piacere.
Un’ultima cosa: non fatevi condizionare dagli stereotipi tipo “il calcio non è da femmine” oppure “la danza classica non è da maschi”; fate quello che cavolo volete. Siete ragazzi e vi piace sferruzzare? Fatelo. Siete ragazze e andate matte per il rugby? Fatelo. Siete maschi e vi piace truccarvi? Fatelo lo stesso. Chi vi guarderà storto non ha capito ancora che qui non si tratta di maschi e femmine, ma di esseri umani con delle passioni.
Io non mi trucco, mi asciugo i capelli alla “comevieneviene”, non uso mai i tacchi, non uso smalti o gioielli, eppure sono sempre io. Usate il tempo che avete per fare quello che vi piace, non date retta a chi è ancora vittima degli stereotipi. Vivete solo per voi stessi.

KIRIA SU DEVIANTART!

Ormai lo sapete che la mia prima grande passione della vita è stata il disegno.
Purtroppo, per motivi vari, ho passato gli ultimi dieci anni a “copiare” i disegni altrui, facendo quello che in musica si chiama “cover”, senza mai comporre niente di mio. Alla fine ci ho dato un taglio: se mai disegnerò qualcosa di inventato da qualcun’altro, lo farò interpretando il soggetto a modo mio. Chi mi segue su Youtube se ne sarà già accorto, immagino. E’ da tanto che posto solo disegni originali e non più mere copie!
Adesso che finalmente ho intrapreso la strada per cercare me stessa, ho pensato di iscrivermi a Deviantart, quella piattaforma per artisti più o meno amatoriale dove si condividono le immagini. Ho postato solo i miei disegni originali: niente L, Aisaka, Olaf o Goku, per capirci, però troverete una Vaiana in stile chibi! Reinterpretare un personaggio può essere una bella sfida e un divertimento!
Se volete seguirmi o anche solo dare un’occhiata, mi trovate qui: http://kiriaeternalove.deviantart.com

Se volete semplicemente chiacchierare con me, vedere cosa faccio e di che parlo, quando capita faccio delle mega live su Youtube: https://www.youtube.com/user/EternaLoveLC
Se invece volete stalkerare Norvy, potete farlo qui: https://www.facebook.com/NorvyEternaLove
Grazie a tutti per l’attenzione! Fatemi sapere se c’è qualche soggetto che vorreste propormi. Per San Valentino un ragazzo mi ha proposto di disegnare qualcosa sull’amore omosessuale e al momento sto disegnando una scena in cui ci sono tre coppie: due ragazze, un ragazzo e una ragazza e due ragazzi!