TRASFERIMENTO IN CORSO #2: Lavatrici esplosive

KIRIA racconta: Come molti di voi sapranno, al momento siamo in una casa disabitata da un anno che ha un gran bisogno di essere rimessa in moto.
Vorrei parlarvi di quel miracolo idraulico che è la nostra lavatrice. Premesso che l’abbiamo trovata qui, e non l’abbiamo scelta noi (altrimenti avremmo preso una lavasciuga), abbiamo pensato che fosse giusto fare un bucato anche solo per sbloccare i tubi e vedere se funzionava.
L’impianto con cui la lavatrice è collegata alle tubature è quantomai ridicolo: condivide il tubo dell’acqua con la vasca da bagno, e quando la lavatrice è in funzione bisogna controllare di continuo che l’acqua non manchi, che non sia troppa, che non esploda o che non prenda fuoco. Il tutto manualmente. Per manualmente, intendo che un essere umano deve fare la spola tra la vasca e la lavatrice per controllare che la lavatrice non decolli. E non scherzo: la lavatrice stava davvero decollando! Si è inceppata almeno tre volte, ha fatto cicli di lavaggio inesistenti e si è fossilizzata su una centrifuga che spruzzava sapone da tutti i pori anche dopo tre ore di risciacquo. Che bello! E sapete qual è la parte migliore? Abbiamo ancora un sacchetto pieno di panni da lavare che attendono il loro turno per essere lavati. Sarà una lunga notte…