LIBRI: “Piccole donne” – Louisa May Alcott

Piccole donne è stato scritto nel 1868 da Louisa May Alcott, ed è uno di quei classici libri che solitamente si leggono da piccoli ma che si apprezzano di più da grandi.

In questi ultimi mesi, Piccole donne è tornato di moda grazie all’omonimo film del 2019, e io stessa mi sono improvvisamente ricordata di averne una copia in salotto, di cui mia madre neppure si ricordava. Alla fine ho trafugato il libro, me lo son portata in camera, e dopo qualche settimana ho iniziato a leggerlo… Devo dire che mi è piaciuto molto più di quanto potessi pensare.

Il libro, ambientato durante la Guerra di secessione americana, narra le avventure della famiglia March, in particolare delle quattro sorelle Meg (16 anni), Jo (15), Beth (13) e Amy (12). Ovviamente ci sono anche altri personaggi importanti, come la madre delle ragazze e il loro vicino di casa, il giovane Theodore Laurence (detto Laurie), ma non voglio dirvi altro. Questi personaggi son talmente vivi che dovete leggerli di persona per poterli apprezzare.

Meg (Emma Watson ), Jo (Saoirse Ronan), Beth (Eliza Scanlen) e Amy (Florence Pugh) nel film del 2019

I motivi per cui dovreste leggerlo

  • Il libro è vecchio di quasi due secoli, eppure è estremamente moderno, e per certi versi anche femminista. La madre delle quattro protagoniste è consapevole dell’importanza di un buon matrimonio (basato sull’amore, e non solo sul denaro), ma non ha alcuna fretta di vedere le proprie figlie sistemate, anzi; se non dovessero mai sposarsi, sono invitate a rimanere nella casa dei genitori, piuttosto che unirsi a qualcuno che non amano.
  • La Alcott ha uno stile leggero, talvolta velatamente ironico, che fa sorridere, ridere e talvolta piangere.
  • Sicuramente vi immedesimerete in una delle sorelle March… o magari in tutte e quattro, a seconda del capitolo.
  • Potete farvi un’idea del buon senso e delle abitudini morali di una volta, e magari dare un’occhiata agli usi e alle consuetudini della società americana di metà Ottocento.

I motivi per cui non dovreste leggerlo

  • Alcuni lettori potrebbero trovare il libro troppo sentimentale e moraleggiante; personalmente la cosa non mi ha disturbato, anzi, ma mi rendo conto che per qualcuno potrebbe risultare noioso e/o melenso.
  • La storia non termina con il primo libro: per conoscere il vero epilogo della vicenda dovreste leggervi anche Piccole donne crescono, e magari anche I figli di Jo e Piccoli uomini.
  • A seconda del tipo di libri a cui siete abituati, potreste trovare Piccole donne lento e privo di colpi di scena o eventi particolarmente emozionanti. Vi ricordo che si tratta di un romanzo di formazione, in cui quattro ragazze diventano un po’ più donne.

Vi consiglio di leggerlo? Personalmente sì. Infatti non vedo l’ora di leggere anche il seguito per scoprire cosa ne sarà delle quattro sorelle March.

Se volete tutti e quattro i libri della Alcott in un unico volume: https://amzn.to/2Ux7VYM

Se invece preferite solo Piccole donne: https://amzn.to/3fay6MM

Pubblicato da

Kiria EternaLove

Il mio nome è Chiara, ma sono nota nel mondo del Web come Kiria EternaLove. Mi piace leggere, scrivere, disegnare e videogiocare, e a volte la mia anima nerd si macchia di battute di dubbia qualità per le quali YouTube mi prenderebbe a calci, ma che Twitch tollera. Qui scrivo e basta, tranquilli.

Un commento su “LIBRI: “Piccole donne” – Louisa May Alcott”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.